Ecco alcuni passaggi della tesi che Andrea Pirlo ha discusso ieri a Coverciano per il patentino di allenatore “Uefa pro”. Il neo allenatore bianconero ha superato l’esame con voto 107/110.

“L’idea fondante del mio calcio è basata sulla volontà di un calcio propositivo, di possesso e di attacco. Vorrei giocare un calcio totale e collettivo, con 11 giocatori attivi in fase offensiva e difensiva. Manipolando spazi e tempi, abbiamo l’ambizione di comandare il gioco in ambedue le fasi”.

“Il gioco deve essere il filo conduttore del mio calcio. Un gioco basato sul collettivo ma che sia in grado di esaltare le individualità più forti”

“I due principi cardine della mia idea di calcio sono legati al pallone: vogliamo e dobbiamo tenerlo il più possibile finché attacchiamo e dobbiamo avere una ferocia agonistica forte per andarlo a recuperare subito una volta perso”.

“Nel calcio moderno ormai il modulo di gioco sta cambiando la propria funzione. Da una disposizione statica dei giocatori si sta arrivando ad un’occupazione dinamica delle posizioni funzionali ai principi del modello di gioco. Una disposizione che varia nelle due fasi (offensiva e difensiva) e dei momenti emozionali che si alternano in partita”.

Vogliamo attaccare bene, per difendere bene. Attaccheremo cercando di portare tanti giocatori in zona palla, potremmo così riaggredire a palla persa e ritardare la transizione avversaria per poterci così poi riordinare per la nostra fase difensiva. Attraverso rotazioni ed interscambi vogliamo un possesso palla dinamico capace di disorganizzare gli avversari facendoli uscire dalle loro posizioni”.

“Il gioco andrà costruito da dietro senza forzare verticalizzazioni o lanci. Lo sviluppo offensivo dietro sarà di attesa e preparazione, davanti invece veloce e diretto verso la porta, dopo il passaggio chiave che libera un giocatore fra le linee”.

“Credo che negli ultimi 30 metri la creatività ed il talento individuale debbano farla da padrone, con i giocatori liberi di potersi esprimere cercando delle giocate decisive”.

“Credo che un calcio propositivo, di attacco e di qualità, possa dare grandi vantaggi. Maggior entusiasmo nell’ambiente, maggior coinvolgimento da parte di giocatori e staff. Dinamiche, queste, necessarie per riuscire a creare quell’empatia che è alla base delle squadre di successo. Sono convinto inoltre che ricercare questo tipo di calcio possa dare più possibilità di arrivare poi alla vittoria finale”.

I principi più importanti del calcio di possesso di Pirlo

Creazione del rombo di palleggio attorno al portatore di palla. Rispetto delle posizioni nella struttura di gioco, aspettando che sia il pallone ad arrivare al giocatore e non il contrario.

Fase offensiva e difensiva

In fase offensiva la Juve di Pirlo non avrà un modulo fisso, ma almeno in partenza sarà un 3-2-5 o un 2-3-5: attaccherà la linea avversaria con almeno cinque giocatori, che spesso potranno diventare sei o sette. In fase difensiva, la regola sarà difendere correndo in avanti e la linea tendenzialmente a quattro.

Le squadre che lo hanno ispirato sono citate a pagina 4

  • Il Barcellona di Cruijff
  • Il Barcellona di Guardiola
  • L’Ajax di van Gaal
  • Il Milan di Ancelotti
  • La Juventus di Conte

POTREBBE INTERESSARTI

Pirlo post Juve-Novara: “Ronaldo è pronto per fare una grande stagione”

Calciomercato, Juventus su Giroud e valuta il ritorno di Kean dall’Everton

De Laurentiis positivo al Covid-19. Ha avuto contatti anche con Agnelli

Presentazione Weston McKennie alla Juventus: “Sono circondato da giocatori che ho sempre visto solo nei videogames, è il sogno di un bambino che si avvera. A volte mi viene voglia di fermarmi e fare delle fotografie…”

UFFICIALE: Cristian Romero in prestito all’Atalanta

Presentazione Arthur Melo alla Juventus : “Giocare con Cristiano Ronaldo è un sogno che si avvera…”

Calendario Juventus Serie A 2020/2021

Juventus ad un passo da Luis Suarez!

UFFICIALE | Weston McKennie è Bianconero! Ecco le sue prime parole

Andrea Pirlo, la conferenza stampa (integrale) di presentazione alla Juventus

Juventus, ecco lo staff tecnico ufficiale per la stagione 2020/21

Jorge Antun (agente) conferma Paulo Dybala alla Juventus

Higuain blocca il mercato Juve: “Ho ancora un anno di contratto”

Calciomercato Juventus: Cristiano Ronaldo, una breve storia. Triste

UFFICIALE: Lichtsteiner si ritira. Ecco le sue parole (VIDEO)