Le parole di Cristiano Ronaldo, rilasciate ai microfoni di Sky Sport, dopo la sconfitta di Lione e alla vigilia di Juventus-Inter.

La sconfitta di Lione

“Queste cose possono succedere, è il calcio, ma non siamo contenti della sconfitta di Lione, può capitare in Champions League perché tutte le partite sono difficili. Siamo arrabbiati ma c’è il ritorno in casa e siamo molto fiduciosi di ribaltare il risultato e passare il turno. Ma la nostra priorità adesso è vincere le prossime partite, poi penseremo alla Champions. Siamo sereni, concentrati e pronti per le prossime partite”.

La Juventus ha paura di uscire dalla Champions League?

“Non abbiamo paura. La Champions è la competizione più difficile del calcio, tutte le squadre sono complicate, non ci sono partite facili, ma come ho detto abbiamo la partita di ritorno che giocheremo in casa, spero davanti ai nostri tifosi. Siamo dispiaciuti per la sconfitta di Lione ma giocheremo in casa, non vedo l’ora!. Sono convinto che passeremo il turno“.

Juventus vs Inter

“È una grande partita, è un derby come Barca-Real che giocheranno Domenica. È bello giocare gare così, contro l’inter il Milan o la Lazio. Tutte partite che ai giocatori piace giocare. Contro l’inter sarà una sfida fantastica, ci troveremo di fronte una grande squadra e un grande allenatore, ma noi cercheremo di fare un grande risultato. Non siamo felici perché i tifosi non ci saranno, siamo dispiaciuti ma le responsabilità restano le stesse: dobbiamo vincere, giochiamo in casa e spero che la Juve faccia un grande risultato. Sarà strano giocare una partita così importante in uno stadio senza tifosi, non è bello ma la salute resta la cosa più importante. La Juventus, nel contesto del Coronavirus, si è dimostrata preoccupata e dobbiamo rispettare questa situazione: se è stato deciso di giocare a porte chiuse significa che è la soluzione più sicura e dobbiamo rispettarla”.

Sarri ha dichiarato che in allenamento la palla viaggia il doppio della velocità rispetto a quanto accade in partita, che spiegazioni ti dai?

“Come ho detto prima: questo è il calcio. Alcune volte quello che proviamo in allenamento non è detto che riusciamo a farlo anche in partita. A volte, invece, in partita ci sono circostanze che non ci permettono di fare quello che abbiamo pensato. Ma non parlerei di panico o di momento drammatico. Come dicevo, questo è il calcio. A volte si vince, a volte si perde, ma passo dopo passo come squadra miglioriamo e guardiamo al prossimo match con più sicurezza. Il nostro lavoro è continuare ad allenarci, vincere e prepararci per le prossime partite”.

11 partite consecutive in gol, alla prossima puoi battere questo record del campionato Italiano: lo hai messo tra i tuoi obiettivi?

“No. Di record ne ho battuti tanti, ma arrivano in modo naturale. È un bel primato, ma ad essere sincero non sono preoccupato, ne ho già altri. Se lo batterò bene, sarò felice, altrimenti non importa, non è la mia priorità. La mia priorità è giocare bene, vincere la partita, farlo insieme ai miei compagni e insieme abbiamo una bella occasione per vincere”.

Juventus-inter sarà la tua 1000ª partita tra i professionisti: se ti guardi indietro a cosa pensi, come descriveresti questo percorso?

“E un bel traguardo. 1000 partite significa che la dedizione, il duro lavoro e il talento ripagano. Non è facile arrivare a mille partite a 35 anni. Sono felice. Spero di giocarne ancora altre cento. È un bel numero, ma la cosa più importante è vincere contro l’inter e restare in testa alla classifica”.

Se chiudi gli occhi cosa sogni: qual’è l’obiettivo delle prossime 1000 partite?

“Spero di segnare e vincere la prossima partita contro l’inter”.

“Sono felice: gioco nel miglior club che c’è in Italia. Gioco insieme ai migliori giocatori. Lo scorso anno abbiamo vinto dei trofei e quest’anno spero di fare lo stesso. Individualmente sono molto contento. Cerco di dare il massimo con gol e assist per la Juve. Sono molto felice.

“Io faccio solo il mio lavoro, per essere in forma, per aiutare la Juventus ad ottenere i migliori risultati possibili. Penso che i miei compagni abbiano la mia stessa responsabilità, perché dobbiamo fare lo stesso lavoro: giocare bene e cercare di dare sempre il meglio per la squadra. Forse qualche volta sento un po’ più di pressione rispetto a loro perché “sono Cristiano”, la gente si aspetta molto da me, ma io sono preparato, sono sempre concentrato, pronto. Io con i miei compagni di squadra siamo sicuri che questa stagione sarà grandiosa. Non sono in un momento critico: le cose migliori devono ancora arrivare!

Un messaggio ai tifosi, in Italiano

“Ciao tifosi Juventini, domenica giochiamo e vinciamo per voi! Forza Juve, Fino alla Fine.”

CRISTIANO RONALDO 👑 BEST GOALS FOR JUVENTUS! (With The Best Drum Solo Ever)

Tutti i 50 gol di CRISTIANO RONALDO con la maglia della Juventus

Ammettiamolo, CRISTIANO RONALDO è un giocatore finito!

Cristiano Ronaldo | First Year At Juventus | Best Skills & Goals 2018/2019