Le parole di Maurizio Sarri rilasciate in live streaming su Juventus Tv durante la trasmissione “A casa con la Juve”.

“Ci sono due cose che mi hanno colpito della Juventus: una è relativa a l’amore e una all’odio. È vero che siamo circondati d’amore in qualsiasi parte d’Italia, ma è altrettanto vero che siamo odiati in qualsiasi parte d’Italia; e questa è una cosa che riesci a capire solo quando cominci a vivere il mondo Juventus. Noi siamo quelli “sempre favoriti dagli arbitri”, poi guardi le statistiche e vengono fuori numeri impressionanti, ma in un’altra direzione. Per quanto riguarda me personalmente, sono stato fischiato a Napoli, città in cui sono nato e in cui ho dato tutto, e a Torino i tifosi della Fiorentina hanno fatto cori insultando mia madre. Questo ti fa capire quanto odio c’è nei confronti di questa squadra e di questa società. Quando sei così odiato dall’esterno, poi ti attacchi all’interno… e quindi ti porta ad innamorarti della tua realtà: se diventi gobbo lo diventi anche perché dall’esterno sei attaccato e odiato da tutti”.

POTREBBE INTERESSARTI

FIGC, il protocollo ufficiale per far ripartire il calcio

Juventus, Rugani e Matuidi ufficialmente guariti dal Coronavirus

Gravina: “Un campionato senza gare al Nord è una possibilità”

Sky offre lo “Sconto emergenza Coronavirus” ai suoi abbonati. Ecco come attivarlo

Covid-19, il suocero di De Ligt: “La Juve è molto più di un top club”

Cristiano Ronaldo: “Juve, il meglio deve ancora venire!”